Il contributo delle Forze armate e della Difesa italiana nella lotta al Covid-19

Lo scorso 13 maggio il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, in audizione nelle Commissioni riunite Difesa di Camera e Senato ha rappresentato il grande contributo che è stato fornito dal comparto della sicurezza e della difesa nella lotta al Codiv-19. Circa 500 unità tra ufficiali medici, infermieri, operatori sanitari, biologi e psicologi, sono tuttora in prima linea in questa fase emergenziale. Non solo. Sono diversi gli stabilimenti militari che sono stati messi a disposizione per dare un fattivo supporto al Paese. Lo stabilimento chimico e farmaceutico di Firenze è stato riconvertito per la produzione di disinfettante alcolico; lo stabilimento militare di Torre Annunziata sta procudento 6 milioni di mascherine al mese, così molte altre realtà militari in tutto il territorio nazionale. Ed è la politica tutta a lodare l’azione dei nostri militari, questa volta senza distinzione tra maggioranza e opposizione, come si evince dai contributi dei parlamentari che sono intevenuti nell’ambito di questa audizione.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.