ITALIA SORVEGLIATO SPECIALE. PROIEZIONI DI FMI E LE PROSPETTIVE DEL GOVERNO DRAGHI.

Progetto senza titolo

RISIKO – Con Antonio Albanese e Graziella Giangiulio, direttore e condirettore di AGC Communication. Con la partecipazione del sen. Marco Perosino (Forza Italia), Commissione Finanze del Senato.

Puntata di mercoledì 9 giugno, ore 15.00

ASCOLTA IL PODCAST

Il 3 giugno scorso il Comitato esecutivo del Fondo Monetario Internazionale ha reso note le ultime proiezioni economiche che riguardano l’Italia. Rispetto alle stime di crescita di gennaio, quelle di giugno sono maggiormente positive: con un rimbalzo del PIL atteso al 4% nel 2021. Ad ogni modo, come scritto nel report, sulla ripresa italiana aleggia una grande incertezza. Due le incognite per il futuro: l’esito della campagna di vaccinazione ( quindi la capacità di sconfiggere il Covid) e l’attuazione delle riforme strutturali che sono alla base del PNRR. Il FMI, infatti, avverte che le cicatrici economiche a lungo termine per il nostro paese potrebbero essere considerevoli. Senonché, nello scenario internazionale la figura di Mario Draghi costituisce un valore aggiunto: una sorta di garanzia sull’operato dell’Italia.

Da questo punto di vista, il vero banco di prova è costituito dall’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che prevede tempistiche per la realizzazione degli interventi impensabili per gli standard italiani. Il sen. Perosino, infatti, ci ha ricordato che le risorse del PNRR dovranno essere impegnate entro il 2023, ciò significa che per quella data i progetti dovranno essere nella fase esecutiva e prossimi all’appalto. Insomma, per il momento l’effetto Draghi sta agendo fuori i confini nazionali alla stregua di un’iniezione di fiducia, ad ogni modo rimaniamo dei “sorvegliati speciali” in attesa di giudizio.

Buon ascolto…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.