STORIE DI STRAORDINARIA QUOTIDIANITÀ: QUANDO UN FIGLIO UCCIDE I GENITORI.

3D render of a crime scene tape against defocussed background

NELLA MENTE DEL SERIAL KILLER: con Giulia SCHIOPPETTO, criminologa e psicologa investigativa.

Puntata di lunedì 31 maggio, ore 17.00

ASCOLTA IL PODCAST
Giulia Scioppetto

Il 4 novembre 1994 Nadia Frigerio e il fidanzato Marco Rancani uccidono la madre di lei, Eleonora Pierfranceschi. I due complici mettono del sonnifero nel caffè e quando la donna si addormenta la strangolano con il filo del telefono, poi lasciano il corpo in una strada di periferia con le calze strappate, la camicetta sbottonata e dei preservativi vicino al cadavere, con l’intento di inscenare una violenza sessuale. Un matricidio che si è consumato a “causa” dell’appartamento della vittima: Nadia Frigerio voleva quella casa solo per lei, per andare e convivere con il suo fidanzato. Successivamente, durante un interrogatorio, Marco Rancani dichiarerà agli inquirente che le due donne si odiavano a morte e che “Nadia ambiva a entrare in possesso esclusivo della casa perchè la madre le era d’impiccio”.

Buon ascolto…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.