SCUOLA E DINTORNI- Intervista alla sen. Luisa Angrisani (M5S)

INTERVISTA ALLA SEN. LUISA ANGRISANI (M5S)

Radio Sparlamento ha intervistato la sen. Luisa Angrisani (M5S), componente della Commissione Istruzione pubblica e beni culturali del Senato. Abbiamo parlato di scuola, soprattutto in merito all’attesa riapertura a settembre. Si sta lavorando per varare il Piano per la riapertura – ci racconta la sen. Angrisani – attraverso la convocazione di Tavoli di lavoro regionali presso gli Uffici scolastici del Ministero dell’Istruzione, a cui seguiranno apposite Conferenze di Servizi con il coinvolgimento degli Enti locali. Una programmazione capillare per agire adeguatamente sui diversi contesti territoriali. Sulla questione dei fondi alle scuole paritarie, la linea del Movimento 5 Stelle non cambia: la scuola pubblica, in special modo in questo momento, ha bisogno di tutte le risorse disponibili! Per quanto riguarda, invece, il sistema delle paritarie della scuola dell’infanzia e primaria il decreto rilancio ha stanziato 150 milioni di euro. Una priorità per il futuro – assicura la senatrice Angrisani – sarà quella di potenziare l’organico degli insegnanti di sostegno, sostituendo il rapporto 1 a 2 in favore di un rapporto individuale. Per quanto riguarda l’Università saranno previste agevolazioni per il pagamento delle tasse universitarie, proprio per evitare la diminuzione delle immatricolazioni per l’a.c. 2020/21. E poi c’è la questione dei ricercatori universitari. Anche in questo caso la senatrice Angrisani è chiara: bisogna intraprendere azioni per stabilizzare i ricercatori e non farli scappare dall’Italia. Si sta lavorando verso questa direzione, bisognerà fare di più. Come si dice: dove c’è volontà, ci sono anche le soluzioni!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.