SE SCAPPI, TI INSEGUO. Donne vittime di violenza, costrette a scappare. Con Ilaria Bonuccelli

Copia di per ammazzarti maglio

PER AMMAZZARTI MEGLIO – Puntata del 2 agosto 2020

PODCAST

In questa puntata di “Per ammazzarti meglio”, Ilaria Bonuccelli intervista una donna vittima di violenza, costretta da quattro anni a vivere nell’anonimato per paura di essere trovata da suo ex compagno.

Margherita è stata picchiata e stuprata, eppure il suo aguzzino è libero di minacciarla ancora. Dopo la violenza sessuale, decide di lasciare la sua vita, il suo lavoro, i suoi affetti. Margherita sta vivendo una “non vita”, un’esistenza che non le appartiene, in attesa di avere giustizia.

A cosa servono le leggi contro il femminicidio, il Codice Rosso e tutte le belle parole contro la violenza sulle donne, se poi il “sistema istituzionale” costringe una donna alla rinuncia più estrema: spogliarsi della sua identità?

Margherita dopo lo stupro si è rivolta ai carabinieri, che le hanno risposto che si trattava solo di beghe familiari. Ha denunciato la violenza, e dopo tre anni il Tribunale ha archiviato la denuncia senza nemmeno comunicarlo alla vittima.

Questa non è la società in cui vogliamo vivere. Di certo non rappresenta il comune sentire della maggior parte degli italiani. Margherita ha il diritto di riavere indietro la sua vita, di avere giustizia. L’indifferenza è complicità, è omertà. E’ violenza!

PER AMMAZZARTI MEGLIO TORNA DOMENICA 9 AGOSTO ALLE ORE 22.00 – CHIAMA IN DIRETTA AL 0575 34 38 64 OPPURE SCRIVI SU WHATSAPP AL 329 74 96 288

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.